Economia

Export, crescita contenuta nel 2018 verso Paesi extra europei

L'anno chiude in positivo ma con risultati nettamente inferiori al 2017

L’export italiano verso i Paesi extra europei, nel 2018 è stato positivo (+1,7%) ma nettamente inferiore al 2017 (+8,2%). I dati import-export dell’Istat conferma comunque la chiusura di un anno commerciale in positivo con 28,544 miliardi di euro.

Nel mese di dicembre 2018 le esportazioni verso i Paesi extra europei sono diminuite del 5,6% rispetto a novembre e del 5% rispetto a dicembre 2017. L’export verso Turchia (-32,9%), paesi Mercosur (-18,7%), Cina (-15,2%) e Medio Oriente (-13,5%) è in forte contrazione su base annua. In aumento, le vendite di beni verso la Svizzera (+7,5%),Asean (+7,3%) e India (+3,8%).

Il risultato dell’ultimo trimestre dell’anno resta positivo, con un incremento del 2,8%. La flessione congiunturale delle esportazioni extra Ue a riguarda principalmente l’energia (-19,2%) e i beni strumentali (-9,5%). I beni di consumo durevoli (+4,4%) registrano invece un aumento.

Anche l’import cala nel mese di dicembre 2018 del -2,2%, ma aumenta rispetto a dicembre 2017 dell’8,1% e, nel trimestre, registra una lieve crescita (+0,7%). Il calo è “particolarmente intenso” per i beni strumentali (-5,7%) e l’energia (-3,7%).

 

Tags

Articoli correlati