EconomiaPolitica

Ex Ilva, Conte e Patuanelli attaccano ArcelorMittal: le dichiarazioni

Sia il premier che il ministro dello sviluppo economico mettono in chiaro alcuni punti

Ex Ilva, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli contro ArcelorMittal. Ieri l’azienda ha comunicato il recesso del contratto. Conte afferma che «è stato stipulato un contratto e domani saremo inflessibili sul rispetto degli impegni incontrando Arcelor Mittal». «Hanno partecipato a una gara con evidenza pubblica. In Italia si rispettano le regole», tuona Conte.

Patuanelli mette in chiaro alcuni punti: “Non esiste alcuna clausola di recesso legata al cosiddetto scudo penale. Esiste una clausola di recesso in caso cambi il piano ambientale, cosa mai avvenuta”. “Non permetteremo ad Arcelor Mittal di ricattare lo Stato italiano mettendo sul piatto oltre 5 mila esuberi. Gli impegni vanno mantenuti”, conclude Patuanelli.

Buongiorno a tutti.C’è una cosa che in Italia non cambia mai: anche quando una multinazionale accampa scuse strumentali…

Pubblicato da Stefano Patuanelli su Martedì 5 novembre 2019

Tags

Articoli correlati