Economia

Eni: amplia la capacità di sviluppo rinnovabile negli Usa

ROMA, 24 FEB – Eni gas e luce-Plenitude, attraverso la sua controllata statunitense Eni New Energy Us Inc, amplia il proprio portafoglio di capacità rinnovabile negli Stati Uniti con l’acquisizione di due impianti in Texas per una capacità complessiva di 466 Mw sviluppati dalla società di energia rinnovabile BayWa r.e. Lo fa sapere il gruppo in una nota. Per Eni New Energy Us Inc l’operazione è stata condotta da Novis Renewables Llc, la partnership tra Eni New Energy Us Inc e Falck Renewables, esclusiva per gli Stati Uniti e dedicata allo sviluppo di progetti solari, eolici e di stoccaggio. In particolare, Eni New Energy Us Inc ha acquisito l’impianto fotovoltaico Corazon I da circa 266 Mw situato nella Contea di Webb, in Texas (Usa). L’impianto, in esercizio da agosto 2021, produrrà circa 500 Gwh all’anno, consentendo una riduzione delle emissioni di Co2 in atmosfera equivalente a circa 250.000 ton/anno. Nella stessa area, Eni New Energy Us Inc ha anche acquisito il progetto di stoccaggio Guajillo, da circa 200 Mw/400 Mwh, in fase di sviluppo avanzato che, secondo le previsioni, sarà operativo prima della fine del 2023. Questo progetto utilizzerà le stesse infrastrutture di interconnessione dell’impianto fotovoltaico Corazon I e supporterà la rete locale. La combinazione di impianti fotovoltaici e impianti industriali di accumulo d’energia “servirà a creare valore e a sostenere l’introduzione sempre più radicale dell’energia rinnovabile sul mercato. Negli Stati Uniti la nostra capacità installata e in costruzione ha già superato 0,8 Gw e questo significa che siamo sulla buona strada per il superamento dell’obiettivo iniziale che ci eravamo dati solo 2 anni fa, quando siamo entrati nel mercato insieme a Falck Renewables, di raggiungere 1 Gw entro il 2023 (0,8 Gw in quota Eni gas e luce-Plenitude). Questa nuova capacità avvicina ulteriormente Plenitude ai suoi obiettivi di oltre 6 Gw di capacità rinnovabile installata entro il 2025 e oltre 15 Gw entro il 2030, a livello globale”, ha sottolineato l’Ad di Eni gas e luce-Plenitude, Stefano Goberti. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati