Economia

Energia: Edf, l’Italia sul metano Ue abbia un ruolo attivo

ROMA, 07 MAR – La riduzione delle emissioni di metano da petrolio e gas è il modo più rapido, economico ed efficace per raggiungere gli obiettivi climatici 2030 dell’Europa. A questa è dedicato un confronto tra esperti, rappresentanti dell’industria e parlamentari alla Sala delle Conferenze della Camera promosso da Environmental Defense Fund, Globe Italia e Open Gate e intitolato Emissioni di metano Ue, il ruolo dell’Italia. “Lo scorso dicembre, la Commissione UE ha presentato una proposta di Regolamento per ridurre le emissioni di metano dal settore energetico. Nei prossimi mesi, Parlamento e Consiglio UE prenderanno in considerazione la proposta per l’approvazione” afferma Ilaria Restifo, referente per l’Italia di EDF. Un ruolo attivo dell’Italia nell’ambito della procedura legislativa in corso sarebbe in linea con “l’impegno volontario già espresso dai principali operatori italiani, che lo scorso anno hanno condiviso una proposta di Strategia nazionale messa a punto dagli Amici della Terra in collaborazione con EDF Europe”, si legge in una nota. “Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia se nel 2021 le perdite globali di metano dal settore energetico fossero state catturate, si sarebbe avuto un recupero di 180 mld di mc di gas naturale, l’equivalente di 40 miliardi di dollari, e l’auspicio è di avere robuste regole di misurazione e reporting, integrate da un altrettanto robusto quadro di mitigazione, che rifletta le migliori pratiche esistenti a livello internazionale” aggiunge la rappresentante dell’associazione ambientalista. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati