EconomiaPrimo Piano

Dazi, le minacce di Trump affondano le Borse

Una mossa mirata nel gioco delle trattative o una dichiarazione di guerra commerciale?

Sono bastati due tweet di Trump per affondare i listini di Borsa e mettere in forse le trattative fra Usa e Cina. “Gli Stati Uniti hanno perso, per molti anni, dai 600 agli 800 miliardi di dollari nel commercio. Con la Cina perdiamo 500 miliardi di dollari. Mi dispiace ma questo non lo faremo mai più” ha twittato il Presidente degli Usa.

Insomma, Trump ha avvisato: se la Cina non cede ad un accordo, gli Stati Uniti si preparano ad aumentare da venerdì prossimo dal 10% al 25% i dazi americani su 200 miliardi di prodotti Made in China. Una mossa mirata nel gioco della trattativa o una dichiarazione di guerra commerciale? Impossibile saperlo ora. Nel frattempo però la Cina ha risposto facendo sapere di voler valutare la possibilità di cancellare il nuovo round di trattative commerciali in calendario la prossima settimana a Washington.

Tags

Articoli correlati