EconomiaPrimo Piano

Carige, Garanzia su nuovi bond e fondi Bankitalia

Possibile capitalizzazione precauzionale

Garanzia dello Stato su nuove emissioni di bond o su finanziamenti erogati “discrezionalmente” dalla Banca d’Italia. E possibilità, come ultima ratio, di accedere a una “ricapitalizzazione precauzionale”. Il provvedimento arriva per affrontare il caso di Banca Carige, commissariata dalla Bce la settimana scorsa.

Le norme, si legge nella nota dopo il Cdm, sono state adottate “in stretto raccordo con le Istituzioni Comunitarie” e si pongono “in continuità con il provvedimento di amministrazione straordinaria” adottato dalla Bce e mira a consentire ai commissari “iniziative utili per preservare la stabilità e la coerenza del governo della società, completare il rafforzamento patrimoniale già avviato con l’intervento del Fondo Interbancario dei Depositi, proseguire nella riduzione dei crediti deteriorati e perseguire un’operazione di aggregazione che consenta il rilancio della banca, a beneficio della clientela”. (ANSA)

  • Aggiornamento ore 11:30

Carige avvia una due diligence sugli Npe (Non performing exposure) della Banca, che sarà condotta da primari operatori del settore con l’obiettivo di una ulteriore drastica riduzione, che segue quella di oltre 1,5 miliardi appena effettuata.

L’idea è di includere nel piano industriale una percentuale dei Npe compresa tra il 5% e il 10% del totale dei crediti, al di sotto del valore medio di sistema. La banca punta a ridurre il peso degli crediti deteriorati senza impatti significativi sui ratio patrimoniali.
I tre commissari di Carige “sono in procinto di chiedere l’attivazione della garanzia statale sulla emissione di obbligazioni”. Questo, al fine di garantire la stabilità della raccolta a medio termine nell’attuale fase di transizione traendo beneficio dal decreto legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri. (ANSA)

Tags

Articoli correlati