Economia

Btp Italia, la domanda è ancora molto debole

le sottoscrizioni si sono fermate a 140,6 milioni di euro. Si tratta del peggior risultato delle 14 edizioni dellʼasta

Clamorosa battuta d’arresto per il Btp Italia, il bond governativo destinato ai risparmiatori. Si è conclusa ieri la terza giornata che chiude la fase di collocamento alla clientela retail, cioè i risparmiatori individuali, e le sottoscrizioni si sono fermate a 140,6 milioni di euro. Si tratta del peggior risultato delle 14 edizioni dellʼasta sui bond governativi destinati ai risparmiatori. Nel primo giorno il titolo indicizzato all’inflazione ha raccolto 481 milioni di euro, martedì 241,3 milioni. In tre giorni la domanda è stata di soli 862,9 milioni.
Come afferma il Sole 24 ore, il titolo era davvero appetibile: la cedola minima, con premio di fedeltà, era dell’1,45%, la più alta degli ultimi quattro anni. Nell’analisi di Alberto Orioli, vicedirettore del quotidiano economico, viene sottolineato che  “non giova aver chiamato a raccolta il popolo dei risparmiatori a due giorni dalla inevitabile bocciatura della Ue della manovra italiana, con il termometro dello spread che non si stanca di segnalare la febbre in aumento”.

Tags

Articoli correlati