Economia

Borse soffrono la Fed falco, tonfo Asia, Europa in rosso

NEW YORK, 06 GEN – La Fed coglie di sorpresa le borse. L’ipotesi di un aumento dei tassi di interesse “prima e più velocemente” delle attese per arginare la corsa dell’inflazione agita i mercati finanziari, innescando un’ondata di vendite dall’Asia all’Europa con gli investitori costretti a ricalibrare le loro scommesse in un contesto di crescita economica sostenuta e rialzi del costo del denaro. Le piazze asiatiche chiudono in profondo rosso, con Tokyo che cede il 2,88% e Seul l’1,13%. Contengono le perdite le borse cinesi, con Shenzhen e Shanghai che arretrano dello 0,10% e dello 0,25%. Archivia la seduta con il segno meno l’Europa: Parigi perde l’1,72%, Francoforte l’1,35% mentre Milano è maglia nera con un calo dell’1,80%. Wall Street apre in rosso ma recupera nel corso della seduta che, comunque, si mantiene volatile con i tecnologici che cercano il rimbalzo dopo due giornate di passione. Oltre a cercare di digerire la Fed, gli investitori sono cauti in attesa dei dati sul mercato del lavoro americano che arriveranno venerdì. Gli analisti prevedono la creazione in dicembre di 433.000 nuovi posti di lavoro e un tasso di disoccupazione in calo al 4,1%. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati