EconomiaPoliticaPrimo Piano

Arriva il “Bonus Befana”: di cosa si tratta

L'idea, al momento, è quella di restituire fino a 475 euro

Il “Bonus Befana” sarebbe una delle ipotesi su cui il governo starebbe lavorando in queste ore per incentivare gli acquisti effettuati con carta o bancomat. Si tratta di un “Superbonus” del 19% fino a 2.500 euro di spesa e andrebbe a interessare soprattutto i settori più a rischio evasione.
Secondo quanto riporta l’Ansa, il bonus sarebbe da abbinare al meccanismo del cashback mensile su tutti i pagamenti tracciabili e da dare tutto in una volta, magari a inizio anno (tempistica a cui si deve il nome di “bonus Befana). Fonti del governo spiegano che l’incentivo verrebbe inserito all’interno del piano più complessivo della “nuova Iva”, con rimodulazione delle aliquote, e che la sua entità dipenderà dalle risorse.
L’idea, al momento, è quella di restituire fino a 475 euro ai contribuenti che nell’anno precedente abbia speso fino a 2500, con carta o bancomat, per spese in alcuni settori che sono più a rischio evasione.

Tags

Articoli correlati