Economia

Bonomi, c’è terremoto economico, il governo deve intervenire

ROMA, 01 SET – “Quello che noi stiamo affrontando è un terremoto economico, il governo può e deve intervenire, non possiamo aspettare due mesi per l’arrivo del nuovo governo” per affrontare “un problema di questa dimensione, che vuol dire mettere a rischio il sistema industriale italiano, mettere a rischio il reddito e l’occupazione delle famiglie”. Così il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, a Rtl 102.5, parlando tra l’altro dell’impatto della crisi energetica. “Oggi l’industria è un tema di sicurezza nazionale”, ha aggiunto. Bonomi è poi tornato suI taglio del cuneo fiscale: “Si può fare, si deve fare e non accetto ci sia la narrazione che non ci sono risorse. Ho sentito tutti i partiti dire che sono d’accordo e i ministri di questo governo sono espressione di quei partiti. Se si vuole davvero fare il taglio del cuneo, mettere più soldi in tasca agli italiani, lo possono fare domani mattina. Il parlamento è ancora nel pieno delle sue funzioni”. Bonomi ha ricordato la proposta dell’associazione a favore dei lavoratori e concentrata fino ai 35mila di reddito, che “avrebbe voluto dire mettere 1.200 euro in tasca all’anno”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati