Economia

Bce: con shock petrolio a rischio 0,8% crescita potenziale Ue

ROMA, 01 AGO – Lo shock petrolifero dovuto alla guerra in Ucraina, nell’ipotesi di un rialzo permanente del 40% delle quotazioni, “potrebbe causare un declino di circa lo 0,8% del Pil potenziale dell’Eurozona nel medio termine”. Lo si legge nell’anticipazione di un’analisi contenuta nel Bollettino economico della Bce, in pubblicazione questo giovedì. Un altro studio evidenzia che l’accumulazione di risparmio fra le famiglie europee durante la pandemia ha un effetto “limitato” nel mitigare lo shock energetico, dal momento che solo il 20% delle famiglie ha risparmiato di più, e “L’aumento è concentrato fra i redditi più alti”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati