Economia

Bankitalia: stima del Pil 2023 frena ma resta positiva

ROMA, 10 OTT – La Banca d’Italia prevede ancora un Pil positivo nel 2023 sebbene “significativamente ridotto” rispetto alla precedente previsione. Lo afferma il dg Luigi Federico Signorini intervenendo all’Ania ricordando come le stime ufficiali saranno diffuse il 13 ottobre e che “l’incertezza resta alta”. Per il 2022 “le previsioni di crescita non cambieranno di molto” mentre nella seconda parte del 2023 si prevede una ripresa e un pil annuale complessivo positivo. Nello scenario avverso di “un impatto prolungato della guerra sui prezzi e le forniture energetiche” e sul “commercio mondiale”, il pil 2023 sarà invece negativo. E la Banca d’Italia si attende “un lieve rallentamento” dell’economia nel terzo trimestre e “un impatto negativo più pesante”, nel quarto, dagli “alti prezzi dell’energia e il rallentamento mondiale”. LBasandosi sui dati disponibili il Pil del terzo trimestre vede una riduzione della manifattura mentre “i servizi continuano a crescere grazie alla buona stagione turistica”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati