Economia

Bankitalia: aziende più pessimiste,danni da energia

ROMA, 10 OTT – La aziende italiane sempre più pessimiste sulla situazione economica a causa “dell’incertezza imputabile a fattori economici e politici e l’andamento dei prezzi delle materie prime”e si attendono un rafforzamento dell’ inflazione che durerà anche nei prossimi anni. Secondo l’indagine condotta dalla Banca d’Italia presso le imprese dell’industria e dei servizi con almeno 50 addetti, nel terzo trimestre “le attese sull’inflazione al consumo sono ulteriormente aumentate, superando il 6% sui 12 mesi e attestandosi su valori intorno al 5% anche sugli orizzonti più distanti (a 2 anni e tra 3-5 anni). Inoltre “per quasi un terzo delle aziende, le difficoltà legate al costo dell’energia sono state maggiori che nel trimestre precedente”. “L’impulso della domanda, che aveva sostenuto l’attività negli ultimi trimestri, è venuto meno e le attese delle imprese non ne prefigurano una ripresa nei prossimi mesi. Segnalata anche una moderata revisione al ribasso dei piani di investimento per il 2022. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati