Economia

Banca Mondiale, pil mondo frena, sale rischio stagflazione

NEW YORK, 07 GIU – La crescita mondiale frena e i rischi di stagflazione aumentano fra i danni causati dal Covid e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Lo afferma la Banca Mondiale, sottolineando che l’economia globale sta entrando in un periodo di protratta debolezza della crescita e di elevata inflazione. Dopo il +5,7% del 2021, il pil del mondo è atteso crescere quest’anno del 2,9%, decisamente meno del 4,1% previsto in gennaio. “Per molti Paesi la recessione sarà difficile da evitare”, osserva il presidente della Banca Mondiale David Malpass, precisando che è urgente evitare restrizioni agli scambi commerciali. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati