Economia

Acqua: Anbi, il maltempo non placa la grande sete del Nord

ROMA, 03 MAR – Il lago di Ceresole (ai piedi del Gran Paradiso) è completamente prosciugato, e testimonia “una situazione climatica che, nonostante il maltempo, resta idrologicamente preoccupante nel Nord Italia”, secondo il report settimanale dell’Osservatorio Anbi sulle Risorse Idriche. Il rapporto evidenzia “come l’Italia settentrionale continui a soffrire per mancanza d’acqua ed insufficienti livelli nivali”. Ci sono possibili interruzioni del servizio idrico nelle valli alpine tra la Valsesia e la Valsessera, nel nord del Piemonte. “Sul monte Rosa, l’altezza del manto nevoso è circa il 30% della media degli scorsi 15 anni (cm.132) e tutti principali fiumi della regione sono largamente deficitari sulle portate dello scorso anno (fonte: ARPA Piemonte)”, continua il testo. “‘E ancora più evidente la necessità di infrastrutturare il Nord della Penisola con nuovi invasi, efficientando al contempo quelli esistenti”, indica il presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (Anbi), Francesco Vincenzi che propone di realizzare 13 bacini. “Dobbiamo assumere definitivamente che i cambiamenti climatici stanno stravolgendo anche l’andamento meteo e le piogge diffuse, utili all’agricoltura ed all’ambiente, sono ormai un ricordo.” A fine febbraio in Val d’Aosta mancavano all’appello 50 centimetri di neve (record negativo degli ultimi 20 anni) con l’indice S.W.E. (Snow Water Equivalent) praticamente dimezzato. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati