Meteorologia

Severo maltempo al Centro-Nord: piogge insistenti e nubifragi. Tutti i dettagli

La prima intensa perturbazione di ottobre sta già attraversando le regioni settentrionali con le prima criticità

Un severo maltempo sta attraversando in queste ore le regioni del Nord e la Toscana, dove soprattutto dal pomeriggio e fino a domani sarà elevato il rischio di piogge molto abbondanti e locali nubifragi. Una fase perturbata più rapida – affermano i meteorologi di iconameteo.it -, si propagherà lungo il settore tirrenico della Penisola e fino alla Sicilia.

Anche quella di domani, martedì 5 ottobre, sarà dunque una giornata all’insegna dell’instabilità un po’ su tutte le regioni con le precipitazioni che insisteranno sulle regioni settentrionali, specie sull’alta Pianura Padana, sulla fascia alpina e prealpina, all’estremo Nord-Est e sul Levante ligure. Dopo il rialzo termico dovuto ai venti di Scirocco, tra domani e mercoledì si profila un generale calo termico innescato dall’arrivo sul Mediterraneo di un nuovo vortice atlantico.

Previsioni meteo per le prossime ore

Su Romagna, regioni centrali adriatiche, regioni meridionali e Sicilia tempo in prevalenza soleggiato, salvo alcuni annuvolamenti nel settore ionico. Nel resto del Paese nuvolosità in aumento, anche compatta su buona parte del Nord e intorno al Ligure. Piogge e rovesci inizialmente al Nord-Ovest, nell’ovest della Toscana e nel Friuli Venezia Giulia. Nella seconda parte della giornata precipitazioni in intensificazione, anche a carattere temporalesco, al Nord-Ovest, Toscana e Sardegna, in successiva estensione verso sera al resto del Nord-Est e all’alto Lazio. Probabili fenomeni molto abbondanti, con il rischio di intensi nubifragi al Nord-Ovest.
Temperature stazionarie o in leggero aumento: massime anche oltre i 25 gradi al Centro-Sud, con picchi vicini ai 30 gradi in Sardegna e nell’ovest della Sicilia.
Venti meridionali in intensificazione, con raffiche fino a 50-60 Km/h: prevalenza dello Scirocco sul Tirreno e sull’Adriatico, del Libeccio su Mare e Canale di Sardegna. Forti raffiche di vento nelle aree temporalesche.
Mari: calmi o poco mossi l’Adriatico meridionale, lo Ionio e il Tirreno sud-orientale; mossi o molto mossi tutti gli altri bacini, fino a localmente agitati il Tirreno occidentale e il Ligure orientale.

Previsioni meteo per domani, martedì 5 ottobre

Su tutte le regioni nuvolosità variabile, intervallata da schiarite anche ampie in Emilia Romagna, nelle regioni adriatiche, sulla Sardegna e, dal pomeriggio anche su quelle centrali tirreniche. Al Nord tempo ancora perturbato sull’alta Pianura Padana, sulla fascia alpina e prealpina, all’estremo Nord-Est e sul Levante ligure, con precipitazioni abbondanti e insistenti, anche a carattere di rovescio o temporale e con possibili locali nubifragi. Condizioni di instabilità nelle regioni tirreniche fino alla Sicilia, con piogge sparse e possibili locali temporali, in attenuazione in giornata su Toscana, Umbria e alto Lazio.
Temperature massime in calo al Nord-Est, nelle regioni centrali tirreniche, in Campania, sulla Sicilia occidentale e in Sardegna; in aumento sul medio e basso Adriatico e nel resto del Sud con temperature ancora ben oltre la norma e punte vicine ai 30 gradi.
Venti da moderati a tesi su tutto il Centro-Sud, in Liguria e sulle regioni di Nordest: di Scirocco sull’Adriatico, sullo Ionio e nel Canale di Sicilia, di Libeccio nei restanti settori. Raffiche burrascose, fino a 70-80 Km/h tra il Golfo Ligure e l’Appennino tosco-emiliano; forti raffiche anche nelle aree temporalesche.
Mari: agitato il Ligure, da poco mossi a mossi il basso Adriatico, lo Ionio e il Tirreno sud-orientale, da mossi a molto mossi i restanti bacini.

Previsioni meteo per mercoledì

Su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria di Ponente, ovest Lombardia e Sardegna il tempo migliorerà fin dal mattino. Qualche schiarita anche tra Abruzzo, Molise, nord della Puglia, ovest e sud della Sicilia. Cielo in prevalenza nuvoloso o molto nuvoloso nel resto del Paese.
Al mattino piogge diffuse sulle regioni di Nordest, con neve fino a 1800-2000 m in Alto Adige; rovesci sparsi su Levante Ligure e Lombardia orientale; rovesci isolati su Umbria e Lazio; rovesci e temporali su Calabria, Salento e Sicilia centro-orientale.
Nella seconda parte della giornata tendenza a lento miglioramento sul Nordest, rovesci e temporali su Emilia e Romagna, su Marche, Umbria e zone interne del Lazio; rovesci isolati in Toscana e sulla Campania; ancora qualche rovescio su estremo Sud e Sicilia orientale.
Temperature minime e massime in generale diminuzione, più sensibile nelle Alpi, al Sud e sulla Sicilia. I valori si portano ovunque più vicini alle medie del periodo.
Venti: forte Maestrale sul mare di Corsica e di Sardegna; Libeccio da moderato a forte sull’alto mar Tirreno; Foehn a tratti intenso nelle vallate alpine; dalla sera si intensifica la Bora sul settore dell’alto Adriatico ed il Maestrale sul Canale di Sicilia.
Mari: poco mossi l’Adriatico centrale e settentrionale, mossi tutti gli altri bacini; fino a molto mossi il Ligure, il mare di Sardegna, il Tirreno centro settentrionale, il Canale d’Otranto, l’alto Ionio.

Tags

Articoli correlati