Meteorologia

Meteo, nuova settimana al via con caldo anomalo: ecco dove si andrà oltre i 30°C

La perturbazione n.5 del mese porterà qualche pioggia al Centro e al Nord-Est

Inizio di settimana all’insegna del caldo anomalo, ma solo al Sud e in Sicilia dove il termometro potrà andare oltre i 30 gradi fino a sfiorare i 35 in alcuni settori dell’isola. La perturbazione n.5 del mese, che agisce in queste ore al Nord-Ovest – affermano i meteorologi di iconameteo.it -, domani arriverà attenuata al Centro e al Nord-Est, dove si avrà qualche pioggia. Da martedì il caldo estivo tenderà ad attenuarsi sulle regioni meridionali e in Sicilia.

Previsioni meteo per le prossime ore 

Su Abruzzo, Molise, regioni meridionali e Sicilia tempo in prevalenza soleggiato, anche se con la tendenza al passaggio di nubi alte e sottili, un po’ più dense ed estese sull’isola. Sulle restanti regioni nuvolosità variabile, più densa e compatta sulle regioni di Nordovest, sull’Emilia occidentale, sul Friuli e sulla Toscana.
Al mattino rovesci e temporali in Liguria, Piemonte e sulla Toscana nord occidentale; piogge sparse o rovesci in propagazione al resto del Nordovest; nel pomeriggio tempo instabile e possibili temporali sulla Toscana, localmente anche sul nord dell’Umbria. Al Nord precipitazioni sparse a carattere di rovescio, in estensione dalla sera fino al Friuli, meno insistenti sul Piemonte occidentale, localmente accompagnate da temporali sulla pianura padana e nelle Prealpi. La sera tempo in miglioramento sul Nordovest, possibili temporali su Emilia e alto Adriatico.
Temperature superiori alla norma del periodo in quasi tutte le regioni. Valori massimi intorno ai 28- 30 gradi nelle regioni centro-meridionali; punte localmente anche superiori sul versante tirrenico e sulle isole.
Venti: moderati di Scirocco su mar Ligure, Tirreno occidentale e Canali delle Isole; in generale deboli altrove.
Mari: calmi o poco mossi Adriatico, Ionio e Tirreno sud-orientale; mossi tutti gli altri bacini.

Previsioni meteo per domani, lunedì 27 settembre

Sulle regioni del Centro e su quelle dell’estremo Nordest nuvolosità variabile e tempo instabile, con il rischio di alcune precipitazioni, anche sotto forma di brevi rovesci o isolati temporali.
Al Sud e sulla Sicilia tempo inizialmente soleggiato, ma con nubi in aumento nella seconda parte della giornata: locali rovesci o temporali tra pomeriggio e sera su Campania e nord della Puglia.
Al Nordovest e sulla Sardegna tempo a tratti anche soleggiato, con nuvolosità in diradamento la mattina e passaggio di nubi medio-alte dalla sera.
Temperature: massime in calo sulla Sardegna e sulle regioni centrali dove restano comunque oltre la norma. Prosegue il caldo anomalo al Sud e in Sicilia, con il termometro che potrà ancora superare i 30 gradi, fino a sfiorare i 35 gradi nel settore ionico dell’isola.
Venti: da deboli a localmente moderati occidentali o di Maestrale sulla Sardegna, sul mar Tirreno, sulla Sicilia e sul basso Ionio.
Mari: mossi il Tirreno, ad eccezione del settore meridionale est, e il Canale di Sardegna; calmi o poco mossi tutti gli altri bacini.

Previsioni meteo per martedì

Al Nord, sulle regioni centrali tirreniche, sulla Sardegna e sulla Sicilia meridionale tempo abbastanza soleggiato. Nel pomeriggio modesti addensamenti in sviluppo attorno ai rilievi e nubi alte in arrivo al Nordovest. Tendenza a peggioramento in serata, con sviluppo di rovesci o temporali su Piemonte e Lombardia.
Nel resto del Paese condizioni di variabilità e tempo localmente instabile: al mattino isolate piogge o rovesci lungo le coste del medio e basso versante adriatico e nel nord della Calabria e della Sicilia. Nel pomeriggio brevi rovesci o isolati temporali in sviluppo su Basilicata, Calabria e nordest della Sicilia.
Temperature: massime in calo al Sud e sulla Sicilia. I valori restano ovunque al di sopra della norma, ma con scarti meno eclatanti e termometri diffusamente compresi tra 24 e 28 gradi.
Venti: dai quadranti settentrionali al Centro-Sud, con predominanza del Maestrale, da deboli a moderati sui mari di ponente, sulle Isole maggiori e del medio-basso Adriatico.
Mari: mossi il mare di Sardegna, i Canali delle Isole, il basso Ionio e l’Adriatico centro-meridionale, calmi o poco mossi i restanti bacini.

Tags

Articoli correlati