CronacaMeteorologiaPrimo Piano

Meteo, il maltempo minaccia l’Italia: le zone più a rischio nel weekend

Al via una nuova intensa fase di maltempo: due perturbazioni sull'Italia

Al via un weekend segnato dal maltempo, provocato da ben due perturbazioni che investiranno l’Italia facendo rapidamente peggiorare le condizioni meteo. Su molte regioni la pioggia cadrà abbondante e ci sarà il rischio di nubifragi, avvertono i meteorologi di Meteo Expert.
Anche il vento sarà un importante protagonista meteo di questo weekend di maltempo, e soffierà intenso soprattutto nella giornata di domenica, quando le raffiche potranno arrivare intorno agli 80 km orari e ci sarà il rischio di mareggiate sulle zone più esposte, dove le onde potranno raggiungere i 5 metri.

Mareggiate con onde fino a 5 metri. La mappa delle coste da monitorare Domenica

Dopo il primo weekend di novembre caratterizzato dal maltempo, le notizie non sono buone per la prossima settimana: nella giornata di lunedì andremo incontro a una breve tregua, ma una nuova perturbazione investirà l’Italia già da martedì, avvertono i meteorologi di Meteo Expert.Qui tutti i dettagli.

Le previsioni meteo per sabato 2 novembre

La giornata di oggi sarà nuvolosa ovunque, anche se sul medio versante adriatico e sulle estreme regioni meridionali potremo osservare ancora qualche schiarita.
Tutte le regioni settentrionali saranno raggiunte da piogge sparse e intermittenti, che coinvolgeranno anche Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna. Qualche rovescio più isolato potrà raggiungere, occasionalmente, anche il Salento, la Calabria ionica e le zone interne della Sicilia.

Il vento si farà progressivamente più intenso: a fine giornata il Libeccio soffierà forte sui mari di ponente, che diverranno agitati.

Le previsioni meteo per domenica 3 novembre

Cielo nuvoloso ovunque anche nella giornata di domani, che si aprirà con piogge diffuse al mattino su quasi tutto il Nord, fatta eccezione per le coste venete, la Romagna e l’Emilia orientale. Pioverà anche su Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Appennino Lucano, Sardegna e, a carattere più isolato, anche su Salento e Sicilia.
Sulle Alpi Occidentali, oltre i 1.800-200 metri, arriverà anche la neve.

Tra pomeriggio e sera le piogge si estenderanno progressivamente anche al resto del Paese, mentre andranno esaurendosi sulle regioni nord-occidentali. Il Libeccio soffierà con forte intensità su quasi tutti i nostri mari, con mareggiate sui versanti tirrenici, sulla Sicilia meridionale, sul Levante ligure e sulle coste occidentali della Sardegna. Sulle zone più esposte le onde potranno arrivare fino a 5 metri.

Tags

Articoli correlati