Meteorologia

Meteo, maltempo di stampo invernale: freddo, neve e forti venti. I dettagli

Il fronte freddo proveniente dal Nord Europa prosegue la sua discesa lungo la Penisola: entro domani sera coinvolgerà anche la Sicilia

Il maltempo invernale tra oggi e domani coinvolgerà tutta l’Italia, con temperature in picchiata anche al Sud e nelle Isole. La neve, che ha già imbiancato le Alpi e l’Appennino settentrionale, oggi arriverà anche su zone appenniniche centrali e sui rilievi della Sardegna mentre domani farà la sua comparsa anche sull’Appennino meridionale. Non mancheranno fasi di maltempo con piogge e temporali – affermano i meteorologi di IconaMeteo.it -, in particolare al Centro-Sud e nelle Isole. Occhio anche ai forti venti che soffieranno soprattutto sulle regioni centro meridionali, Sardegna e Sicilia. Da martedì tendenza ad una generale attenuazione del maltempo ma con gelate anche in pianura al Nord e dalla prossima notte anche al Centro.

Meteo per le prossime ore: maltempo invernale su tutta l’Italia

Sulle regioni di Nord-Ovest tendenza a graduali schiarite con nubi più persistenti sulle Alpi di confine e qualche nevicata in quelle della Valle d’Aosta. Ampi rasserenamenti dal pomeriggio anche in Emilia Romagna e parziali schiarite lungo le coste dell’Adriatico centrale. Nuvoloso o molto nuvoloso nel resto dell’Italia; qualche pioggia o rovescio in Friuli Venezia Giulia e alto Veneto, con nevicate sui rilievi oltre 600/800 metri, in attenuazione verso sera. Rovesci e temporali su ovest Sardegna, regioni tirreniche, settori occidentali e meridionali della Sicilia, anche di forte intensità in Campania, Lucania e alta Calabria; piogge intermittenti e più isolate in Toscana, Umbria, e Puglia. Nevicate in Appennino, oltre 700-1000 metri sui rilievi toscani e umbro-marchigiani, dai 1000-1200 metri sul resto dell’Appennino centrale; neve anche in Sardegna fino a 800 metri.
Temperature senza grandi variazioni all’estremo Sud e in Sicilia, con valori fino 17-18 gradi sul settore adriatico e ionico; in netto calo nel resto d’Italia.
Venti da tesi a forti di Maestrale in Sardegna, da ovest su Ligure e Tirreno, di Libeccio su Sicilia, mar Ionio e Puglia.
Mari: mosso l’Adriatico, molto mossi o agitati tutti gli altri mari, fino a molto agitato il Mare di Sardegna.

Meteo per domani, lunedì 29 novembre

Tempo in prevalenza soleggiato al Nord, a parte qualche addensamento sui settori di confine delle Alpi e in Romagna. Parziali schiarite anche sulla Toscana a iniziare dal settore settentrionale. Nel resto del Paese cielo da nuvoloso a molto nuvoloso con precipitazioni sparse al mattino, più diffuse lungo il versante tirrenico e nei settori occidentali e interni delle Isole, nel pomeriggio su gran parte del Centro esclusa la Toscana, in Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna e, più isolatamente, anche su Puglia e Basilicata. Le piogge saranno più intense e a carattere di rovescio o temporale lungo le coste tirreniche, nel settore del medio Adriatico, nell’ovest della Sardegna e lungo le coste della Sicilia tranne quelle ioniche. Si prevede un ulteriore abbassamento della quota neve: fino ai 500 metri sui rilievi sardi, intorno a 600-800 metri sull’Appennino centrale, dai 900 ai 1200 metri
sull’Appennino meridionale e sui rilievi della Sicilia.
Temperature in ulteriore diminuzione in tutta Italia: minime localmente sottozero in pianura al Nord-Ovest, massime sotto la media al Centro-Sud.
Venti: fino a burrascosi di Maestrale sulla Sardegna, da ovest o sud-ovest su basso Tirreno, Sicilia e Ionio, con raffiche anche oltre i 100 km/h sul Mare di Sardegna; fino a tesi settentrionali sul Ligure; Bora moderata sull’alto Adriatico; ventoso anche sulle Alpi.
Mari: molto agitati il Mare di Sardegna e i Canali delle Isole; agitati basso Tirreno e basso Ionio; molto mossi medio Tirreno, alto Ionio e basso Ligure; mossi i restanti bacini.

Meteo per mercoledì 30 novembre

Prevarranno le schiarite fin dal mattino in gran parte del Centronord, della Campania e della Sardegna; un po’ di nuvole rimarranno addossate alle Alpi, specie quelle di confine con qualche debole nevicata tra pomeriggio e sera in Alto Adige; residui annuvolamenti a inizio giornata lungo le coste di Abruzzo e Molise con qualche pioggia sulle coste molisane; temporanei annuvolamenti nell’ovest della Sardegna.
Sul resto del Sud nuvole in attenuazione nel corso della giornata; al mattino residue precipitazioni in costa sulla Puglia centro-settentrionale, nel sud della Calabria e nel nordest della Sicilia con neve sui monti oltre gli 800-900 m. Schiarite via via più diffuse dal pomeriggio con un po’ di nuvole più insistenti nel nord della Sicilia.
Temperature per lo più in calo nelle minime con possibili gelate anche in pianura al Nord; massime pomeridiane in lieve rialzo su Emilia, Sardegna, regioni tirreniche.
Ventoso per venti settentrionali, per lo più di Maestrale, su Adriatico, Sud e Isole, fino a forti in particolare su basso Adriatico, alto Ionio, Sardegna e Canale di Sicilia.
Mari: da poco mossi a localmente mossi Ligure, alto Adriatico e alto Tirreno, fino a molto mossi gli altri bacini, ad agitati in particolare Ionio, Canali d’Otranto e di Sicilia.

Tags

Articoli correlati