Meteorologia

Meteo, inizio anno con pioggia e neve. Sabato coinvolto anche il Sud

La giornata di Capodanno è iniziata con la neve sulle Alpi e fiocchi anche a bassa quota

L’inizio del 2021 ha visto un risveglio di Capodanno sotto la neve per le zone montuose della nostra penisola e non solo, qualche fiocco è arrivato fino a bassa quota.

Non solo neve ma anche pioggia, precipitazioni portate dalla perturbazione numero 11 di dicembre 2020 che ha raggiunto l’Italia nella notte di San Silvestro. Sabato 2 gennaio la perturbazione darà vita a una profonda circolazione ciclonica centrata nei pressi della Corsica e la parte più avanzata della perturbazione, preceduta da miti venti di Scirocco, attraverserà le regioni meridionali. Nelle giornate successive – affermano i meteorologi di IconaMeteo.it – il tempo rimarrà variabile e a tratti instabile, specialmente sulle Isole e sui settori occidentali della penisola, a causa della permanenza di aria fredda in quota all’interno di una vasta area di bassa pressione.

Intanto, sabato 2 gennaio, ci sarà ancora maltempo al Nord, sul versante tirrenico, in Sardegna e in estensione a gran parte del Sud; numerose precipitazioni, localmente intense, a carattere di rovescio o temporale lungo le regioni tirreniche, il versante ionico e la Sardegna occidentale. La quota neve sarà in rialzo al Nord ma con limite ancora basso, inizialmente fino ai 300-500 metri al Nordovest e nelle valli alpine più settentrionali. Fenomeni in attenuazione tra sera e notte.

Temperature in generale rialzo nelle minime, per lo più in aumento anche nelle massime al Nord e nel settore peninsulare.

Tags

Articoli correlati