Meteorologia

Meteo, fase instabile sull’Italia: le zone a rischio pioggia venerdì

Una debole perturbazione atlantica transita in queste ore sulle regioni settentrionali

Fase meteo instabile sull’Italia dove proprio in queste ore è in transito una debole perturbazione atlantica (n.4 del mese) sulle regioni del Nord. Dalla prossima notte questo sistema perturbato sarà seguito da aria più fresca e instabile in discesa dall’Europa Centrale, che domani darà vita a qualche precipitazione sul Nord-Est e parte del Centro-Sud. Le temperature rimangono ovunque ben oltre la norma – affermano i meteorologi di iconameteo.it -, con qualche punta prossima ai 25 gradi al Sud. Nel weekend sarà possibile qualche episodio di instabilità al Centro e al Sud mentre al Nord e lungo l’Adriatico si profila un calo termico.

Previsioni per le prossime ore

Su regioni centrali adriatiche, Puglia, Basilicata, Calabria e isole tempo in prevalenza soleggiato, nonostante il passaggio di nubi medio-alte su Sardegna e medio Adriatico e un po’ di nubi basse sulla Sicilia sud-occidentale. Cielo da nuvoloso a coperto nelle restanti regioni, con tendenza a schiarite dal pomeriggio sull’estremo Nordovest. Al mattino piogge tra Levante Ligure e alta Toscana, anche moderate nell’entroterra; deboli piogge
sparse sulla Lombardia settentrionale; deboli piogge isolate su Trentino Alto Adige, Friuli, Lazio e Campania.
Nel pomeriggio cessano le piogge in Lombardia, ancora qualche pioggia isolata su Alto Adige, estremo Nordest, basso Lazio e Campania; piogge e rovesci sul settore del Levante Ligure e dell’alta Toscana. La sera possibilità di brevi rovesci isolati sulla pianura veneta e sulla Venezia Giulia.
Temperature massime in calo nelle aree più nuvolose del Nord e del settore tirrenico, in rialzo con punte di 24-26 gradi sul versante adriatico e sulle Isole.
Venti dai quadranti meridionali, da moderati a localmente tesi al Centro, sui versanti orientali dell’Appennino e sui mari centro settentrionali, con raffiche fino a 50-70 Km/h.
Mari: calmi o poco mossi il settore est del basso Tirreno e, sotto costa, il medio e basso Adriatico; mossi i restanti bacini, fino a molto mosso il Tirreno centrale e sud-occidentale ed il mar Ligure.

Meteo per domani, venerdì 22 ottobre

Sulle regioni settentrionali tendenza a un miglioramento del tempo, con le ultime isolate precipitazioni sul Friuli
Venezia Giulia e intorno al Polesine. In giornata, quasi ovunque, tempo in prevalenza soleggiato. All’alba possibili nebbie tra bassa Lombardia ed Emilia occidentale. Nuvolosità variabile altrove, con precipitazioni sparse e intermittenti più probabili su Toscana meridionale e orientale, Umbria, Marche, Lazio e nord della Campania, con possibili rovesci o isolati temporali. Occasionali fenomeni nel sud della Sicilia e nordest della Sardegna.
Temperature: minime in aumento al Centro-Sud e sulle Isole, in calo al Nord; massime per lo più in aumento e ovunque ben oltre la norma: punte oltre 20 gradi al Centro e prossime ai 25 gradi al Sud e sulle Isole.
Venti: moderati di Maestrale sul mare di Sardegna; da moderati a tesi meridionali sui mari meridionali; per lo più deboli altrove, salvo episodi di Föhn nelle vallate alpine, specie quelle nord-occidentali.
Mari: calmi o poco mossi sotto costa lo Ionio e l’Adriatico e il settore est del basso Tirreno; mossi i restanti bacini, fino a molto mossi i mari di Corsica e Sardegna.

Meteo per sabato 23 ottobre

Al Nord e sull’alta Toscana tempo abbastanza soleggiato soprattutto nelle aree alpine e in Liguria. Su pianura lombarda, Emilia Romagna e basso Veneto alcuni banchi nuvolosi bassi, più densi al mattino. Nuvolosità variabile nel resto del Paese, più compatta e associata ad alcune precipitazioni sulle regioni centrali adriatiche, Umbria orientale e basso Lazio. Si potranno osservare locali episodi di instabilità anche nel Salento, nel nordest della Calabria e nelle zone interne della Sardegna e del Messinese.
Temperature: minime in calo al Centro-Nord e in Sardegna, in ulteriore aumento all’estremo Sud; massime in calo al Nord e sulle regioni adriatiche, ancora al di sopra della norma su buona parte del Centro-Sud e sulle Isole.
Venti inizialmente di debole intensità, tenderanno a rinforzare nella seconda parte della giornata: di Bora sul medio e alto Adriatico, di Tramontana nel mar Ligure, da est nel Canale di Sicilia, di Scirocco nel canale d’Otranto.
Mari: da mossi a molto mossi il mare di Sardegna, i Canali delle Isole e lo Ionio meridionale; poco mossi o localmente mossi i restanti bacini.

Tags

Articoli correlati