MeteorologiaPrimo Piano

Meteo: dopo il maltempo di giovedì e venerdì, anche il weekend si preannuncia estremamente perturbato

Lo spostamento verso est della perturbazione numero 6 sarà lento, a causa dell’alta pressione persistente sull’Europa orientale

Maltempo: non ci sono buone notizie nemmeno per il weekend. La situazione resterà compromessa fino a tutto il prossimo fine settimana poiché lo spostamento verso levante della perturbazione numero 6 sarà lento, a causa dell’alta pressione persistente sull’Europa orientale. Nel dettaglio, venerdì al mattino rovesci sparsi e possibili temporali in Sardegna; deboli precipitazioni sul nord della Lombardia, rovesci e temporali diffusi su Toscana, Umbria, alto Lazio; piogge e rovesci diffusi su Emilia Romagna e Nordest. Neve sul settore alpino e prealpino centro-orientale oltre 900-1500 metri. Al Sud e sulla Sicilia tempo abbastanza soleggiato.  Nel pomeriggio ancora maltempo soprattutto sul Lazio e a Nordest, temporanee schiarite sulle Alpi occidentali. La sera qualche pioggia anche in Abruzzo e nelle Marche, peggiora nuovamente su Liguria e Piemonte. Temperature quasi ovunque in aumento nei valori minimi, massime in aumento al Sud e in Sicilia, in lieve calo sulla Sardegna e in Toscana. Venti forti meridionali sul mar Tirreno e sui bacini meridionali. Forte Scirocco sull’Adriatico. La situazione meteorologica resterà compromessa anche durante la fine della settimana, poiché la perturbazione si sposterà verso est molto lentamente, stazionando quindi sul nostro Paese. Nella giornata di sabato sono previste ancora precipitazioni sparse al Nord-Est, rovesci isolati sulla Sardegna, piogge e rovesci diffusi sulle regioni centrali e in Campania. Le precipitazioni più abbondanti e accompagnate da temporali dovrebbero verificarsi sul Lazio centro-meridionale e nelle aree limitrofe dell’Abruzzo e della Campania. Osserveremo un forte divario termico tra le regioni settentrionali, con temperature vicine o leggermente inferiori alla norma, e quelle meridionali, interessate da venti forti e tiepidi di Scirocco. L’evoluzione successiva è soggetta ancora a molta incertezza: nello scenario più probabile anche domenica saranno probabili piogge su molte regioni italiane e, in particolare, sui settori tirrenici e al Sud.

 

 

Tags

Articoli correlati