Meteorologia

Meteo, affondo artico e maltempo a inizio settimana: ecco dove nevicherà

Quella di domani sarà una giornata di maltempo per parte del Paese: piogge localmente intense, venti e generale calo termico

Il maltempo sarà protagonista anche a inizio settimana con piogge localmente intense sul medio Adriatico, al Sud e in Sicilia. La massa d’aria fredda di origine artica, che accompagna la seconda perturbazione del mese, determinerà un generale calo termico nella giornata di domani con neve abbondante sull’Appennino abruzzese, fino ai 600-800 metri. Non mancheranno i venti intensi, in particolare al Centro-Sud. Martedì si potrà osservare una breve tregua – affermano i meteorologi di IconaMeteo.it -, prima dell’arrivo di un’altra perturbazione che da mercoledì 8 dicembre, giorno dell’Immacolata, porterà neve fino in pianura al Nord-Ovest.

Meteo per le prossime ore

Al Nord-Ovest tempo soleggiato con un cielo in prevalenza sereno. Nel Nord-Est molte nubi al mattino con piogge sparse e deboli nevicate sulle Alpi oltre i 500-600 metri e sull’Appennino oltre i 700-800 metri; nel pomeriggio nubi con residue precipitazioni in Friuli Venezia Giulia, Alpi venete ed estremo settore orientale del Trentino Alto Adige; cielo da poco a parzialmente nuvoloso altrove. Giornata nuvolosa e tempo molto instabile sul basso Tirreno e nelle Isole con piogge sparse, associate a locali rovesci o temporali, sulla Sardegna centro occidentale, in Sicilia, Calabria tirrenica e al mattino anche in Campania; nuvolosità più variabile e irregolare nel resto del Centro-Sud con isolate piogge possibili su Puglia meridionale, Basilicata e zone interne del Centro; limite della neve in calo sull’Appennino centrale e sui rilievi della Sardegna fino a 800-1200 metri.
Temperature massime in calo in Sardegna e settori alpini; in lieve crescita al Nord-Ovest, regioni centrali tirreniche, medio-basso Adriatico.
Venti da tesi a forti occidentali su Isole maggiori, Mar Tirreno, al Sud e Ionio; venti fino a moderati al Centro, Liguria e alto Adriatico.
Mari: molto mossi o agitati i bacini di ponente, lo Ionio ed il basso Adriatico; fino a mossi il medio e alto Adriatico.

Meteo per domani, lunedì 5 dicembre: giornata di maltempo su medio Adriatico, Sud e Sicilia

Al Nord e sulla Toscana tempo in prevalenza soleggiato, salvo una residua nuvolosità su Emilia centro-orientale e Romagna al mattino quando saranno possibili locali e deboli precipitazioni. In serata passaggio di nubi alla media e alta quota a partire da ovest, con alcune nevicate al confine in Valle d’Aosta. Possibili nebbie all’alba tra bassa Lombardia, Alessandrino ed Emilia. Tendenza a schiarite anche in Toscana, nel pomeriggio anche su ovest Umbria e alto Lazio. Nel resto del Paese prevarranno le nuvole, con un cielo fino a molto nuvoloso sul medio Adriatico e al Sud. Precipitazioni diffuse, a tratti intense, su Abruzzo e Molise, con neve in calo fin verso 600-800 metri. Piogge a carattere più sparso e intermittente su basse Marche, basso Lazio, regioni meridionali
e Sicilia; neve sull’Appennino meridionale oltre 1000-1400 metri. Sulla Sardegna ultimi rovesci al mattino nel settore occidentale e tendenza a temporanei rasserenamenti. In serata generale attenuazione o esaurimento dei fenomeni.
Temperature: in diminuzione sia le minime che le massime; all’alba gelate diffuse sulle pianure del Nordovest dove di pomeriggio non si andrà oltre i 6-7 gradi. Clima ovunque invernale, con valori in molti casi inferiori alla norma.
Giornata molto ventosa al Centro-Sud per venti di Libeccio sullo Ionio, settentrionali nei restanti settori; raffiche burrascose di Tramontana in Sardegna e di Maestrale nel Canale di Sicilia; venti in prevalenza deboli al Nord, salvo rinforzi su Mar Ligure e alto Adriatico.
Mari: mossi o molto mossi, fino ad agitati o molto agitati il Mare e Canale di Sardegna, il Canale di Sicilia e il Tirreno meridionale e lo Ionio orientale.

Meteo per martedì 7 dicembre

La giornata vedrà una prevalenza del sole sulla maggioranza delle regioni centro settentrionali. In mattinata nuvolosità residua sulle regioni di Nord-Est e sul medio Adriatico, con residue locali precipitazioni lungo le coste tra Abruzzo e Puglia. Nuvolosità più densa all’estremo Sud, con piogge e locali rovesci, fino al tardo pomeriggio, nel nord e ovest della Sicilia e sulla Calabria meridionale.
In serata tendenza ad aumento della nuvolosità sulle regioni di Nord-Ovest e sulla Sardegna, con le prime deboli nevicate fino a fondovalle su Valle d’Aosta e Alpi occidentali.
Temperature: massime in ulteriore diminuzione sulle regioni centrali adriatiche e al Sud peninsulare, in lieve rialzo sulle Isole. All’alba gelate diffuse al Nord e nelle aree interne della Toscana. I valori diurni in Val Padana non andranno oltre i 6-8 gradi.
Venti: per lo più nord-occidentali, da moderati a forti su quasi tutto il Centro-Sud, con raffiche di burrasca (fino a 70-80 Km/h) intorno alla Sicilia e sul medio-basso Adriatico; venti deboli al Nord.
Mari: poco mosso l’Adriatico settentrionale, mossi tutti gli altri bacini, fino a molto mossi o agitati quelli meridionali, il Tirreno centrale al largo e il mare di Sardegna.

Tags

Articoli correlati