ItaliaMeteorologia

L’aria fredda irrompe a inizio dicembre: piogge, venti e neve in arrivo

Oggi il maltempo ha concesso una tregua, ma già alla fine di domani inizieranno a farsi sentire gli effetti del nuovo peggioramento

Il maltempo concede una brevissima tregua nella giornata odierna, ma già alla fine di domani inizia a farsi largo una nuova fase di maltempo, di stampo decisamente invernale. L’inizio di dicembre sarà infatti caratterizzato dall’irruzione di aria fredda – affermano i meteorologi di iconameteo.it -, a partire dalle regioni del Nord, dove si avrà un deciso calo delle temperature con neve sulle zone alpine. Il fronte freddo favorirà inoltre la formazione di un vortice ciclonico nei pressi dell’alto Tirreno, che tra mercoledì e giovedì andrà a coinvolgere direttamente il Centro-Sud con molte piogge, forti venti, mari mossi e nevicate in Appennino.

Previsioni per le prossime ore

Al Nord tempo in gran parte soleggiato: soltanto sulle pianure di Nord-Ovest e a ridosso delle fasce pedemontane avremo della nuvolosità sparsa con un cielo tra il parzialmente nuvoloso e il nuvoloso. Il tempo migliora anche al Centro-Sud con passaggio a tempo per lo più soleggiato; sul medio Adriatico, al Sud e nel nord della Sicilia nuvolosità residua, con le ultime locali piogge su Calabria ionica e nord-est della Sicilia.

Previsioni per domani (martedì 1 dicembre)

Nuvolosità in aumento fin dalla mattino su gran parte del Centro-Nord, su basso Tirreno e Sardegna. Ampie zone di sereno resisteranno all’estremo Nord-Est, tra Basilicata e Puglia e in Sicilia. Dal pomeriggio prime locali e deboli piogge lungo il versante tirrenico peninsulare, su Liguria, est del Piemonte e ovest della Lombardia; deboli nevicate sulle Alpi centrali e orientali e in Trentino Alto Adige fin verso 900-1000 metri. Fra sera e notte tempo in ulteriore generale peggioramento, con precipitazioni in intensificazione su Sardegna, basso Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, regioni centrali a partire dal settore tirrenico e Campania. Nel Cuneese, sull’Appenino ligure e sull’Emilia centro-occidentale quota neve in brusco abbassamento fin verso 200-300 metri. Entro l’alba possibile neve fino in pianura, nel tratto emiliano tra Piacenza e Bologna. Temperature in sensibile calo a fine giornata sulle regioni settentrionali mentre al Sud resisterà un clima mite.

Previsioni per mercoledì

Maltempo con piogge e temporali in gran parte del Centro-Sud con rischio di fenomeni intensi su Lazio, Campania e Sicilia. Nevicate sull’Appennino Centrale tra 1200-1500 metri. Precipitazioni anche al Nord-Est, in Emilia Romagna, sull’Appenino ligure e nel basso Piemonte con nevicate a quote collinari, a tratti possibili anche in Pianura in Emilia. Neve oltre oltre 600-700 metri sulle Alpi orientali. Qualche pioggia isolata possibile anche in Lombardia nel pomeriggio.  Temperature minime in rialzo, massime in calo al Centro-Nord dove il clima sarà decisamente invernale. Venti intensi quasi ovunque: Bora sull’alto Adriatico e in Emilia Romagna, Tramontana su Liguria e Toscana; venti meridionali al Sud.

Tags

Articoli correlati