EsteriMeteorologiaPrimo Piano

La tempesta Dorian ora punta verso i Caraibi e la Florida

Tra domani e giovedì Dorian attraverserà Porto Rico e la Repubblica Dominicana

La tempesta Dorian, che nelle ultime ore ha investito l’isola di Barbados, si trova ora centrata sulle isole di Martinica, Santa Lucia e Saint Vincent e Grenadine e punta al cuore dei Caraibi e alla Florida. Nelle Piccole Antille è attiva da ieri l’allerta per il rischio di forti piogge, venti e mareggiate. Il vento che soffia attorno alla tempesta raggiunge gli 85 km/h ma le raffiche sono anche superiori. Secondo le previsioni della NOAA la tempesta scaricherà al suolo, su tutte le isole caraibiche sul suo cammino, dai 100 ai 150 mm di pioggia, fino a locali picchi di 250 mm.

La tempesta Dorian dovrebbe intensificarsi ancora nelle prossime ore, ma ad un ritmo più lento del previsto. Contrariamente a quanto previsto ieri, secondo le attuali proiezioni Dorian non dovrebbe raggiungere lo stato di uragano, ma mantenere una intensità da tempesta.
Cosa significa? Una tempesta può essere chiamata uragano quando i venti medi superano almeno i 119 km/h. Si tratta della classificazione dell’intensità dei cicloni tropicali basata sulla scala Saffir-Simpson.

La traiettoria di Dorian resta la stessa: la tempesta si muove ad un passo di 20 km/h verso nord-ovest. Tra mercoledì e giovedì Dorian transiterà vicino a Porto Rico e Repubblica Dominicana: i suoi effetti, però, si faranno sentire anche ad Haiti. Nei giorni successivi Dorian punterà verso le Bahamas e la Florida, dove è previsto il suo arrivo nel weekend. Al momento a Porto Rico è stata diramata una allerta, mentre per la Repubblica Dominicana è attivo un avviso per l’avvicinarsi della tempesta.

Tags

Articoli correlati