ItaliaMeteorologia

Il MALTEMPO sta per abbattersi sull’ITALIA: PIOGGE, VENTI e NEVE

Un nuovo peggioramento sta per coinvolgere il nostro Paese: clima molto freddo al Nord

Un intenso maltempo invernale sta per abbattersi sul nostro Paese. Da stasera, infatti, l’aria fredda irromperà sul Nord Italia dove tra stanotte e domani – affermano i meteorologi di iconameteo.it – saranno possibili le prime nevicate, anche a quote molto basse. Le piogge bagneranno diverse regioni e i venti sono in intensificazione.

Previsioni per le prossime ore

Nuvolosità in aumento sulla maggior parte delle regioni centro-settentrionali, su basso Tirreno e Sardegna. Inizialmente, ampie zone di sereno resisteranno all’estremo Nordest, tra Basilicata e Puglia e in Sicilia. Dal pomeriggio prime locali e deboli piogge lungo il versante tirrenico peninsulare, su Liguria, sud ed est del Piemonte, ovest della Lombardia; deboli nevicate sulle Alpi centrali, sull’Appennino ligure e piacentino e in Alto Adige fin verso 800-1000 metri. Tra sera e notte ulteriore generale peggioramento, con precipitazioni in intensificazione su Sardegna, basso Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Marche e Campania. Nel Cuneese, nell’entroterra ligure e sull’Emilia centro-occidentale quota neve in brusco abbassamento fin verso 200-300 metri. Entro l’alba probabile neve fino in pianura da Piacenza a Reggio Emilia. Attesi accumuli significativi a Cuneo, Piacenza, Parma. Temperature in sensibile calo a fine giornata sulle regioni settentrionali. Clima ancora mite al Sud. Venti di Maestrale in sensibile rinforzo sulla Sardegna, sui mari prospicienti e nel Canale di Sicilia, con raffiche fino a 50-60 km/h; altrove venti inizialmente deboli, con tendenza a generale intensificazione dalla notte.

Previsioni per domani (mercoledì 2 dicembre)

Giornata di maltempo in molte regioni, con qualche parziale schiarita al mattino solo sul basso versante ionico; nel pomeriggio sulla Puglia centrale. Molto nuvoloso o coperto altrove. Al mattino al Nord nevicate, anche moderato, fino in pianura sull’Emilia centro-occidentale, a ridosso dell’Appennino ligure e del cuneese. Qualche fiocco di neve a quote basse anche nel torinese, sulla bassa Lombardia, lungo la pedemontana veneta e nelle vicine Prealpi. Piogge sparse, anche moderate, nel resto delle Venezie e in Romagna; piogge più deboli e isolate su coste liguri e ovest Lombardia. Piogge sparse e locali rovesci anche lungo le regioni tirreniche, Sardegna e sud-ovest della Sicilia. Nel pomeriggio al Nord fenomeni più deboli e isolati, possibili un po’ in tutte le regioni, ad eccezione della Liguria e della Valle d’Aosta; limite della neve in lieve rialzo, ma ancora possibile in pianura, nell’estremo ovest dell’Emilia. Si intensifica il maltempo al Centro e in Campania, con rovesci o temporali in particolare nel Lazio e nel nord della Campania. Neve sull’Appennino centrale oltre i 1400-1500 metri. Tra sera e notte peggiora anche sul resto del Sud, con rischio di locali rovesci o temporali su Sicilia, Calabria tirrenica e in risalita lungo lo Ionio. Al Nord i fenomeni gradualmente si concentreranno nelle regioni nord-orientali.
Clima freddo al Nord, con temperature inferiori alla media; lievi rialzi sul Sud peninsulare e sul medio Adriatico. Ventoso per venti da moderati a forti in rotazione intorno al minimo di pressione centrato sull’alto Tirreno: Bora sull’alto Adriatico, Tramontana in Liguria e Sardegna, Libeccio e Scirocco al Sud e sulla Sicilia.

Previsioni per giovedì

Il maltempo insiste nelle regioni meridionali e in Sicilia, con rovesci e temporali diffusi e anche di forte intensità. Qualche pioggia anche in Abruzzo, Molise e Sardegna; residue e deboli nevicate al mattino sulle Alpi orientali a quote superiori ai 700/800 metri, in attenuazione dal pomeriggio. Maggiori schiarite al mattino al Nord-Ovest, ma con rischio di qualche nebbia in pianura; parziali schiarite nel pomeriggio anche in Toscana e Lazio. A fine giornata, mentre i fenomeni tendono ad attenuarsi al Sud, si profila un nuovo peggioramento al Nord-Ovest con le prime deboli precipitazioni nevose oltre i 600-700 metri.
Temperature in lieve rialzo nei valori massimi al Nord, in calo al Centro-Sud.
Forti venti di Maestrale in Sardegna e in Sicilia; di Libeccio nello Ionio e di Scirocco in Puglia. Molto mossi i mari intorno alle Isole e quelli meridionali, fino ad agitato lo Ionio settentrionale e il Canale d’Otranto.

Tags

Articoli correlati