ItaliaMeteorologia

Il maltempo sferza l’Italia con piogge e nevicate! Martedì occhio al vento

La quinta perturbazione del mese è responsabile di un forte maltempo al Centro-Nord: da domani sarà possibile avvertire un calo delle temperature

Il maltempo sferza le regioni centro-settentrionali dell’Italia con piogge abbondanti, neve sulle Alpi e correnti fredde. Da domani – avvertono i meteorologi di iconameteo.it -, si avvertirà un calo delle temperature e le nevicate raggiungeranno anche l’Appennino.

Le precipitazioni domani si attenuano al Nord-Ovest mentre al Centro ci sarà ancora il rischio di temporali. Occhio ai venti, che domani soffieranno forti su gran parte del Paese. Un miglioramento del tempo sarà possibile solo da mercoledì, quando la quinta perturbazione del mese si allontanerà verso est lasciando comunque in eredità un clima un po’ freddo per la stagione con temperature sotto la norma.

Previsioni per le prossime ore: forte maltempo al Centro-Nord e copiose nevicate sulle Alpi centro-orientali

Al Centro-Nord e in Sardegna cielo molto nuvoloso o coperto con piogge possibili nell’arco della giornata quasi ovunque eccetto sul medio Adriatico. Possibili forti rovesci o temporali sulla Toscana in trasferimento poi al Lazio. Piogge intense e abbondanti dapprima in Lombardia e in propagazione verso il Triveneto con possibili rovesci e nevicate copiose sulle Alpi, inizialmente a quote elevate ma con limite in calo in giornata. Alla sera tendenza a un miglioramento al Nord-Ovest e in Toscana, forti rovesci tra l’alto Veneto e il Friuli con neve sulle Alpi orientali fino ai 700-1000 m.

Previsioni per domani, martedì 13 aprile: tempo in miglioramento al Nord-Ovest mentre al Centro ci sarà ancora il rischio di temporali. Venti in intensificazione e neve in Appennino

Tempo in miglioramento al Nord-Ovest con schiarite sempre più ampie a partire dalle zone più occidentali. Abbastanza soleggiato anche nelle due Isole maggiori. Cielo nuvoloso o molto nuvoloso nel resto del Paese, salvo delle temporanee aperture al Sud, specie sullo Ionio. Fino al mattino ancora possibili piogge nelle Venezie e in Emilia Romagna, in esaurimento nel pomeriggio. Instabile al Centro con precipitazioni sparse, anche sotto forma di intensi rovesci o locali temporali, più diffuse nel pomeriggio. Piogge più isolate e brevi su Campania, Gargano, Salento e al mattino anche sulla Calabria tirrenica. Quota neve intorno a 600-1000 metri su Alpi orientali e Appennino settentrionale, 1000-1400 metri sui rilievi del Centro. Alla sera tendenza a un miglioramento sulle regioni centrali tirreniche.

Temperature minime del mattino in calo al Centro-Nord e sulla Sardegna, stazionarie altrove; massime del pomeriggio in rialzo al Nord-Ovest, in calo al Nord-Est, Centro, Sardegna e il settore del basso Tirreno; stazionarie in Puglia e settore ionico con valori vicini ai 20 gradi.
Giornata ventosa su gran parte d’Italia. Venti tesi o forti di Bora sull’alto Adriatico, di Maestrale in Sardegna; venti moderati di Tramontana in Liguria, da ovest sul Tirreno e Sicilia, da sud tra alto Ionio e basso Adriatico.

Previsioni per mercoledì: tempo in generale miglioramento ma clima un po’ freddo per la stagione

Il tempo migliora sull’Italia dopo l’allontanamento della perturbazione numero 5 di aprile: assisteremo infatti ad ampie schiarite anche se non mancheranno ancora degli annuvolamenti sparsi. Al mattino cielo parzialmente nuvoloso o localmente nuvoloso sul medio Adriatico, al Sud, nord Sicilia e coste liguri con sporadiche e brevi piogge sulla Calabria; sereno o poco nuvoloso altrove.
Nel pomeriggio ampie schiarite in tutta Italia con un cielo in prevalenza poco nuvoloso o sereno; qualche annuvolamento in più su rilievi del Nord, in Toscana, basso Lazio e parte del Sud; qualche debole precipitazione, nevosa oltre 1000-1300 metri, su Alpi Marittime, Appennino ligure, Appennino emiliano occidentale e Appennino nord-occidentale della Toscana.

Temperature minime del mattino in generale diminuzione, con valori nuovamente vicini allo zero al Centro-Nord e zone appenniniche del Sud. Temperature pomeridiane in calo sul medio Adriatico, al Sud e Sicilia; in rialzo al Nord-Est, regioni centrali tirreniche e Sardegna. Clima un po’ freddo per il periodo con temperature ovunque di qualche grado sotto la norma. Venti tesi settentrionali su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e alto Ionio; ventilazione debole nel resto d’Italia salvo moderati rinforzi da nord tra il Mar Tirreno e la Sicilia.

Tags

Articoli correlati