MeteorologiaPrimo Piano

Clima rovente, poi grandinate e trombe d’aria: ecco cosa ci aspetta nel weekend

Nel fine settimana temperature in calo a partire dal Nord con forti temporali, rischio grandinate e possibili trombe d'aria

Siamo nel pieno del picco di caldo africano, ma l’area di alta pressione responsabile del tempo stabile e molto caldo inizierà a indebolirsi nell’ultima parte della settimana. In particolare, durante il weekend, consentirà l’ingresso di una perturbazione accompagnata da correnti decisamente più fresche.

Emergenza caldo: le città da bollino rosso

L’arrivo della perturbazione, sabato, scatenerà la formazione di numerosi temporali, localmente di forte intensità, concentrati soprattutto sulle regioni del Nord, in estensione poi, domenica, anche sul Centro Italia. Il previsto calo delle temperature, più sensibile nella giornata di domenica al Nord, sarà temporaneo, dato che probabilmente già nei primi giorni della prossima settimana si ripristinerà un solido campo di alta pressione.

Nel dettaglio, venerdì inizierà con condizioni di tempo soleggiato in tutto il Paese. Nelle ore centrali e più calde della giornata aumento della nuvolosità sulle zone montuose, specie al Centro-Nord, con temporali sparsi in sviluppo sull’arco alpino e sull’Appennino centrale, con fenomeni più probabili sui rilievi di Marche, Abruzzo e Umbria. Locali annuvolamenti potranno interessare anche la Pianura Padana e le coste del medio-alto Adriatico. Venti deboli o del tutto assenti, salvo temporanei rinforzi di brezza lungo i litorali. Mari calmi o poco mossi. Temperature senza grandi variazioni, con valori che restano molto alti, per lo più compresi tra 30 e punte massime di 37-38 gradi.

Sabato una perturbazione in avvicinamento dalla Francia determinerà un deciso aumento dell’instabilità atmosferica sulle regioni settentrionali, dove sono attese piogge e temporali che localmente potranno essere anche di forte intensità.

Domenica il fronte temporalesco coinvolgerà non solo il Nord ma anche il Centro Italia, la Campania fino a sfiorare Sardegna e Calabria. Giornata critica perché, a causa del contrasto tra il calore e l’umidità accumulata in questi giorni con l’aria decisamente più fresca associata alla perturbazione in arrivo dall’Atlantico, i temporali potranno essere localmente violenti accompagnati da possibili grandinate, forti raffiche di vento e locali trombe d’aria. Questa perturbazione avrà però il merito di mettere fine a questa intensa ondata di caldo in tutta Europa, Italia compresa. Nel nostro Paese il calo inizierà sabato al Nord, proseguirà domenica al Centro, in Sardegna e Campania per poi interessare entro lunedì mattina anche il resto del Sud. Nei primi giorni della prossima settimana temperature per lo più in linea con le medie del periodo e con poca afa, soprattutto al Centro-Sud, grazie ad una ventilazione settentrionale a tratti anche moderata.

 

 

Tags

Articoli correlati