Meteorologia

Aria fresca, temporali e temperature anche inferiori alla norma! Le zone coinvolte

Una nuova perturbazione si affaccerà stasera al Nord-Est per coinvolgere poi alcune regioni del Centro-Nord e marginalmente anche quelle meridionali

L’aria un po’ più fresca coinvolge oggi anche le regioni del Sud, con gli ultimi picchi di 35-36 gradi solo in Sicilia. Al Nord-Est, in serata, si affaccerà una nuova perturbazione (la numero 6 del mese) che tra domani e sabato interesserà alcune regioni del Centro-Nord e domenica marginalmente anche quelle meridionali. Il nuovo fronte perturbato – affermano i meteorologi di iconameteo.it -, porta con sé una massa d’aria piuttosto fresca che determinerà, tra sabato e domenica, un brusco calo delle temperature al Nord.

Previsioni meteo per le prossime ore

In mattinata cielo sereno o poco nuvoloso al Centro-Nord; più nuvolosità al Sud, con possibili rovesci e temporali isolati su Puglia centro-meridionale, bassa Campania e Calabria. Nel pomeriggio sviluppo di temporali isolati in Puglia, su Basilicata, Calabria e Sicilia nord-orientale. Qualche rovescio o temporale anche sui rilievi tra Abruzzo, Molise e Lazio meridionale. Tempo in prevalenza soleggiato altrove, ma con tendenza ad aumento delle nubi all’estremo Nord-Est e possibili temporali sulle Alpi Friulane. Nel corso della sera qualche rovescio o isolato
temporale in arrivo su Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Ancora a rischio di temporali la Puglia centro-meridionale.
Temperature massime in lieve flessione all’estremo Sud e sulla Sicilia, ma con punte ancora fino a 35 gradi nel sudest dell’isola; per lo più in rialzo, ma nella norma, nel resto del settore peninsulare e al Nord, con valori generalmente non oltre i 30-32 gradi.
Venti di Libeccio in deciso rinforzo sul Mar Ligure, specie dalla sera, dove il mare tenderà a divenire mosso o molto mosso. Altrove venti per lo più deboli e mari in prevalenza calmi o poco mossi.

Previsioni meteo per domani, venerdì 27 agosto

Al mattino rovesci e temporali sull’Emilia Romagna e nella bassa pianura lombarda; rovesci isolati tra Levante Ligure e alta Toscana; annuvolamenti anche in Veneto, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Campania con piogge isolate nel nord delle Marche e del Lazio. Sul resto del Paese tempo prevalentemente soleggiato. Nel pomeriggio temporali anche localmente intensi su Appennino settentrionale, Emilia Romagna, Marche e nelle vicine zone appenniniche; nuvolosità in aumento anche in Abruzzo. La sera rovesci e temporali anche forti nelle Marche, più isolati in Umbria e sulla costa abruzzese; possibili rovesci A ridosso dei rilievi alpini del Nord-Ovest e nel Cuneese.
Temperature massime in calo al Nord, specie al Nord-Est, dove risulteranno anche inferiori alla norma; in rialzo sulle regioni centro-meridionali adriatiche e sull’alto Ionio. La regione più calda resta la Sicilia con valori fino a 33-34 gradi nel sudest dell’isola.
Venti tesi di Libeccio sul basso Mar Ligure, sul medio e alto Tirreno e sulle regioni centrali; venti moderati occidentali sulla Sardegna e nel Canale di Sicilia; localmente moderati da nordest sull’Adriatico settentrionale.
Mari: mossi o localmente molto mossi mar Ligure, medio e alto Tirreno, Mare di Sardegna; mosso l’Adriatico settentrionale; in prevalenza poco mossi gli altri mari.

Previsioni meteo per sabato

Al Nord tempo in prevalenza soleggiato, ma con residue piogge in Emilia Romagna; maggiori annuvolamenti in montagna con la possibilità nel pomeriggio di brevi rovesci isolati nelle Alpi occidentali e nella fascia prealpina centro-orientale. Prevarranno le schiarite anche nelle Isole e sul settore ionico.
Al Centro-Sud nuvolosità variabile, con possibili rovesci o temporali al mattino su Toscana, Umbria, Marche e Lazio, piogge non escluse nell’interno della Campania, nel Gargano e sulla Calabria tirrenica; nel pomeriggio schiarite su Toscana, Umbria e alto Lazio, rischio di rovesci o temporali su Appennino centrale, Abruzzo e Molise, in propagazione verso la Puglia.
Temperature minime in calo su Nord-Est, Emilia Romagna e Lombardia; massime in rialzo in Emilia Romagna, per lo più in calo nel settore peninsulare, in particolare sul lato adriatico.
Venti da ovest o di Maestrale fino a moderati su medio Adriatico, Tirreno, Calabria e Isole, in prevalenza deboli altrove.
Mari: poco mossi il basso Adriatico, lo Ionio, sotto costa anche il Ligure, il Tirreno a ridosso della Toscana e della Sardegna orientale; in prevalenza mossi gli altri bacini, fino a localmente molto mossi il Mare di Sardegna e il medio Adriatico.

Tags

Articoli correlati