Clima e Ambiente

L’Electrolux EcoLine Hub ha consolidato il concetto di consapevolezza ambientale. L’intervista

Si è chiusa da oltre un mese l’edizione 2024 di una delle manifestazioni più importanti del mondo dedicata al design, la Milano Design Week. Riferendoci a quanto proposto dal 16 al 21 aprile sia tra gli stand del Salone del Mobile che nella moltitudine di eventi per il Fuorisalone sparsi in molti quartieri della città, in pole position per aziende, architetti, designer c’era una parola: “sostenibilità“. C’è quindi davvero una possibilità concreta di mettere al primo posto nelle nostre scelte il rispetto per l’ambiente e fare in modo che il mercato si orienti sempre di più verso soluzioni sostenibili? Secondo l’azienda svedese Electrolux assolutamente si e ha voluto dimostrarlo con un’originale struttura allestita nel nuovo cuore verde di Portanuova con le migliori soluzioni della selezione Electrolux EcoLine. Molto più di uno spazio: una vera e propria installazione concepita per consolidare nelle persone il concetto di consapevolezza ambientale. Electrolux EcoLine Hub è stato pensato e allestito in occasione del Fuorisalone con l’obiettivo di sensibilizzare i visitatori sulla differenza che i piccoli gesti quotidiani possono fare, in un’ottica di tutela e rispetto.

Electrolux EcoLine Hub_esterno

L’innovativa casetta è stata rivestita con specchi che riflettevano il paesaggio verde della circostante Biblioteca degli Alberi di Milano e all’interno ricordava le abitazioni scandinave, rimandando altrettanto esplicitamente all’anima e all’identità “green” anche negli elementi d’arredo. Grandi protagonisti dell’Hub sono stati ovviamente gli elettrodomestici, tutti appartenenti alla linea Electrolux EcoLine, una speciale selezione dei prodotti a più alta efficienza energetica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Electrolux Italia (@electrolux.italia)

Ho avuto la possibilità di intervistare Alessia Gasparini, Head of Marketing di Electrolux Italia. Di seguito domande e risposte.

“Ispirare un cambiamento positivo, incoraggiare il cambiamento” è un vostro motto. Com’è nata nella vostra azienda questa esigenza?

Electrolux Group è da sempre impegnata nella promozione di progetti all’avanguardia con lo scopo di costruire un futuro migliore e più sostenibile per tutti. La mission aziendale, “Shape Living for the Better”, rispecchia infatti la volontà di guidare le persone verso il rispetto dell’ambiente nella vita quotidiana facendo leva su tecnologie all’avanguardia, intuitive e semplici da utilizzare. L’impegno del Gruppo si rende concreto su diversi fronti: un intenso lavoro orientato a ridurre l’impatto ambientale durante la fase produttiva, lo sviluppo di elettrodomestici progettati in ogni dettaglio per limitare l’uso delle risorse e contenere al massimo i consumi di energia, di acqua e abbattere gli sprechi alimentari, l’impegno per rendere il consumatore sempre più consapevole affinché sia il motore di un importante cambiamento culturale.

Alessia Gasparini_Head of Marketing Italia

Cos’è per voi la sostenibilità e come si è evoluto per voi questo concetto negli anni?

Per noi la sostenibilità è più di un semplice obiettivo: è un principio guida che pone il consumatore al centro di ogni nostra iniziativa. Ogni progetto parte dall’obiettivo di anticipare le sue esigenze, orientandolo al contempo verso scelte più consapevoli e responsabili. Negli anni, il nostro approccio alla sostenibilità si è evoluto verso una visione sempre più olistica che integra la promozione di comportamenti sostenibili con l’ottimizzazione dei processi produttivi. Negli ultimi anni questo impegno si è concretizzato nello sviluppo della linea EcoLine, una selezione dei prodotti del brand più efficienti dal punto di vista energetico. Ogni elettrodomestico EcoLine è infatti dotato di tecnologie avanzate progettate per massimizzare l’efficienza nell’uso delle risorse contribuendo così a minimizzare l’impatto ambientale complessivo.

Ambientata_Lavastoviglie

Come si può concretamente migliorare la vita dei vostri clienti e lo stato del nostro Pianeta?

Come azienda pioniera in fatto di sostenibilità, un’attitudine che proviene dal suo DNA scandinavo, Electrolux avverte una forte responsabilità in questo ambito. Per migliorare lo stile di vita dei clienti e contribuire al benessere del Pianeta, il segreto è fornirgli tecnologie efficienti e facili da usare, che possano farlo sentire sin dal primo utilizzo parte di un cambiamento virtuoso e incidere positivamente sulle sue abitudini: portandolo, per esempio, a privilegiare certi tipi di cotture, a gestire la conservazione degli alimenti evitando gli sprechi, a contenere i consumi. In questo modo, il concetto di sostenibilità assume i contorni di un vero e proprio cambiamento culturale.

steamboost ambientata jpeg

Quali sono le innovazioni sostenibili di cui siete maggiormente fieri?

Abbiamo attivato il programma Zero Landfill che ha lo scopo di ridurre la quantità di rifiuti inviati in discarica o inceneriti senza recupero di energia, individuando le opportunità di riutilizzo dei materiali di scarto. Nella realizzazione dei prodotti ci stiamo sempre più orientando sull’impiego di materiali sostenibili per sviluppare elettrodomestici che permettano di contenere i consumi di acqua ed energia e, in cucina, di ridurre gli sprechi. Ne sono un esempio i frigocongelatori realizzati per il 70% in plastica riciclata e dotati di cassetto GreenZone che garantisce la conservazione del 95% delle vitamine di frutta e verdura per oltre 11 giorni. Poi c’è il cassetto Extra Chill, ideale per assicurare la conservazione di salumi e formaggi, poiché mantiene una temperatura più bassa rispetto al resto del frigorifero e il dispositivo Ecometer che, attraverso un pratico display LCD, guida con semplicità gli utenti verso scelte energetiche rispettose dell’ambiente. In questo modo, ogni azione può diventare un’azione sostenibile. Anche le nostre iniziative di marketing si concentrano puntualmente sul tema della sostenibilità: a testimoniarlo, oltre alla gamma EcoLine, è l’implementazione dei siti dei brand Electrolux e AEG con Youreko, un tool in grado di quantificare in modo semplice, intuitivo e immediato il reale beneficio economico che si ottiene acquistando un elettrodomestico a basso consumo.




 

Com’è stato accolto l’Electrolux EcoLine Hub nel Fuorisalone?

Quest’anno la presenza di Electrolux Group al Fuorisalone è stata forte e ben strutturata: questa occasione di richiamo internazionale nell’ambito del design, infatti, ci ha offerto opportunità uniche. Innanzitutto ci ha permesso di raggiungere un’ampia platea di oltre 3.000 consumatori in modo immersivo e coinvolgente, consolidando il nostro posizionamento come azienda leader nell’innovazione rispettosa dell’ambiente. Electrolux EcoLine Hub è stata inoltre una vetrina d’eccezione per i nostri elettrodomestici più efficienti dal punto di vista energetico. L’innovativo spazio ci ha infatti consentito di portare avanti il nostro impegno per creare sempre maggiore consapevolezza ambientale: sia tramite le soluzioni che presentiamo, sia attraverso le nostre partnership con AWorld ed Erion Wee, che hanno sensibilizzato i visitatori dell’Hub sui temi della Carbon Footprint individuale e su quello dello smaltimento dei RAEE. Essere al Fuorisalone è stata, infine, una preziosa opportunità di networking con i nostri clienti per confrontarsi e sviluppare idee e progetti e innovativi; e una cornice ideale per coltivare la relazione con i rivenditori, offrendo anche a loro l’opportunità di vedere valorizzata, in un contesto unico, l’essenza e i valori del brand.



Come funziona la vostra partnership con AWorld?

Per tutta la durata del Fuorisalone, grazie ad AWorld i visitatori dell’Hub hanno potuto calcolare la propria Carbon Footprint, per valutare e ripensare le proprie abitudini quotidiane al fine di ridurre l’impatto personale. A partire da questa valutazione, è stato possibile accedere a una coinvolgente esperienza completando missioni quotidiane, settimanali o mensili. L’intero percorso è stato orientato a ispirare azioni sostenibili e consapevoli offrendo anche l’emozione della competizione, con premi firmati Electrolux previsti per i vincitori. Non solo. Durante il Fuorisalone si è svolto uno speech interattivo con momenti ludici alternati ad approfondimenti condotti da Laura Basconi, Climate Change Mitigation Manager di AWorld. L’obiettivo è stato duplice: da un lato, offrire un’esperienza divertente, coinvolgente e dall’altro sollecitare il pubblico a riflettere consapevolmente sulle proprie pratiche quotidiane. Infine è stata organizzata una tavola rotonda su “Sostenibilità & Design” moderata da Alessandro Armillotta, CEO di AWorld, che ha visto la partecipazione dei Vice President di Electrolux Group Europa.

Alessandro Armillotta e Stefania Andriola

L’inquinamento da microplastiche sembra non risparmiare nessun angolo del Pianeta, dalla vetta dell’Everest alla Fossa delle Marianne. So che per voi la lotta contro la diffusione di queste minuscole particelle è molto importante.

Assolutamente: è infatti parte degli obiettivi che ci siamo prefissati nell’ambito della cura dei capi. Con i nostri elettrodomestici non vogliamo solo far durare di più gli abiti ma anche evitare gli sprechi di risorse in modo da salvaguardare il Pianeta. La stima della quantità di plastica che finisce in mare ogni anno è di 8 milioni di tonnellate: rientrano in questa enorme quantità anche le fibre di microplastica rilasciate durante ogni ciclo in lavatrice. Per ridurne la dispersione in mare e diminuire l’inquinamento idrico abbiamo ideato un filtro che riesce a trattenere fino al 90% delle fibre di microplastica superiori a 45 micron rilasciate dagli indumenti sintetici. Realizzato con almeno il 50% di plastica riciclata, dispone di una cartuccia con un filtro a maglie strette che cattura queste fibre durante il lavaggio. Facile e veloce da installare, si fissa al muro accanto alla lavatrice ed è compatibile con tutti i modelli Electrolux e AEG.

Foto di Pete Linforth da Pixabay

Pensate che noi italiani, in generale, possiamo considerarci un popolo virtuoso, attento al benessere del Pianeta?

The Truth About Laundry, il nostro studio sulle abitudini di lavaggio, ha rivelato già l’anno scorso quanto gli italiani si stiano dimostrando sempre più attenti alle proprie abitudini e più ricettivi a nuove soluzioni per ottimizzare l’uso delle risorse. I risultati evidenziano infatti una evoluzione positiva: il 94% degli intervistati ha affermato di impegnarsi per ridurre i consumi dei propri elettrodomestici, e sono state risparmiate oltre 320.000 tonnellate di CO2. In risposta a questa tendenza abbiamo realizzato una nuova gamma per il lavaggio e l’asciugatura che grazie a una inedita interfaccia dal design funzionale e alle tecnologie di cui è dotata, assicura risultati perfetti in un’ottica sostenibile.

Electrolux EcoLine Hub_nuova gamma lavaggio

Infine, il 2030 si sta avvicinando; riusciremo a diventare tutti un po’ più virtuosi e a raggiungere i 17 traguardi fissati dall’ONU?

Abbiamo introdotto un piano specifico, il Better Living Program, che punta ad assicurare, attraverso 100 azioni, condizioni di vita migliori e più sostenibili in tutto il mondo, ponendosi ambiziosi traguardi da raggiungere entro il 2030. Abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo science-based nel 2023 con 3 anni di anticipo rispetto al piano e a fine 2023 la Science Based Targets initiative ha approvato il nostro secondo obiettivo climatico basato su dati scientifici per ridurre le emissioni di gas serra provenienti dai prodotti e dalle attività industriali. Il nuovo obiettivo mira a ridurre le emissioni dirette e indirette dell’azienda derivanti dalle proprie attività industriali dell’85% e le emissioni complessive derivanti dall’utilizzo dei prodotti venduti, materiali, trasporto di prodotti e viaggi di lavoro del 42% tra il 2021 e il 2030. L’obiettivo è allineato all’accordo sul clima di Parigi che mira a mantenere l’aumento della temperatura globale entro gli 1,5°C in questo secolo, per evitare gli impatti più gravi del cambiamento climatico. Electrolux Group è stata una delle prime 100 aziende al mondo a fissare un obiettivo climatico ambizioso approvato dalla Science Based Targets initiative nel 2018. Con il nuovo obiettivo, il Gruppo raggiungerà una riduzione delle emissioni dalle proprie attività industriali del 97% entro il 2030 rispetto al 2015.

Articoli correlati