ClimaEsteri

Meteo estremo in Madagascar, l’Onu avverte: “persone ridotte alla fame”

Fenomeni meteo tre volte più frequenti negli ultimi anni

Il Madagascar è alla fame, colpa degli eventi meteo estremi. I cambiamenti climatici hanno causato qui, più che altrove, fenomeni meteorologici sempre più estremi e frequenti. Lo Stato, negli ultimi 20 anni, è stato colpito da 35 cicloni, 8 inondazioni e 5 periodi di siccità importante, tre volte più frequenti di quanto è successo negli anni precedenti. Tutto ciò peggiora la situazione della popolazione già estremamente vulnerabile e aumenta i bisogni umanitari. Secondo l’Onu sono un milione e 300 mila le persone alla fame .

“Le persone più povere e più vulnerabili sono quelle che soffrono maggiormente questi avvenimenti” ha spiegato, a conclusione di una visita in Madagascar, il Sottosegretario generale delle Nazioni Unite Ursula Mueller. La regione africana è fortemente sottosviluppata, ha sottolineato, e soffre di siccità ricorrenti e ciò porta, in particolare, gli abitanti della regione meridionale, a vivere un’insicurezza alimentare persistente che causa livelli elevati di malnutrizione che si accentua ogni volta che una crisi climatica si ripropone.

Tags

Articoli correlati