ClimaVideo

Greta Thunberg, chi la critica e perché: le risposte di Massimo Polidoro

Greta Thunberg sarebbe manipolata da forze oscure che mirano a condizionare le masse: Massimo Polidoro spiega come stanno realmente le cose

Noto divulgatore scientifico e segretario del Cicap (Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze), Massimo Polidoro ha dedicato una puntata della sua serie settimanale Il complotto quotidiano ad analizzare le critiche che vengono mosse nei confronti della giovanissima attivista svedese Greta Thunberg.

Il suo operato sta suscitando una marea di reazioni contrapposte in tutto il mondo e la polemica si è fatta ancora più accesa specialmente dopo il suo durissimo intervento alle Nazioni Unite. Tantissimi, naturalmente, si sono schierati dalla parte di Greta Thunberg e hanno accolto il suo invito all’azione contro i cambiamenti climatici: basti pensare all’incredibile partecipazione registrata nel corso dell’ultimo sciopero globale per il clima, che ha portato a sfilare nelle piazze di tutto il pianeta milioni di persone.
Alcuni però non sono d’accordo e, soprattutto online, si contano molti commenti negativi, alcuni – troppi – addirittura offensivi, rivolti all’attivista. Ma tra chi l’attacca, sottolinea Polidoro, ci sono anche note testate giornalistiche e personaggi pubblici e politici, che possono avere il potere di influenzare un’audience molto ampia.

Massimo Polidoro analizza le accuse e i giudizi rivolti a Greta Thunberg: mente una larga fetta dei critici punta su una sua presunta mancanza di sufficienti competenze scientifiche (benché la giovane svedese riporti con precisione i dati forniti dalle fonti più autorevoli in materia di clima), molti addirittura vedono la sua figura come il frutto di un pericoloso complotto ordito da forze oscure che cercano di condizionare e manipolare le masse.

 

Redatto da Valeria Capettini

Tags

Articoli correlati