Ambiente

Timor Est è il primo Paese “plastic neutral” del Mondo

L'impianto consentirà di riutilizzarla per produrre nuova plastica, carburante o cera dura

Timor Est, porzione orientale di un’isola del sudest asiatico, si appresta a diventare la prima nazione “plastic neutral” del Mondo. Timor Est ha infatti firmato un accordo per costruire un rivoluzionario impianto di riciclaggio chimico della plastica: il reattore catalitico Cat-HTR disintegra la plastica riducendola in minuscoli pezzi e permette di riutilizzarla per produrre nuova plastica, carburante o cera dura.

L’impianto, costato 57,7 milioni di dollari australiani (circa 36 milioni di euro), offre una soluzione potenziale alla crisi globale legata all’inquinamento dei mari e verrà costruito anche in Canada e Gran Bretagna. Potrà trattare circa 20 mila tonnellate di plastica di scarto ogni anno e produrre circa 17 mila tonnellate di carburanti sintetici. Potrà riciclare anche la plastica detta di “fine vita”, quella che di solito finisce in discarica o, peggio, negli oceani.

Si tratta di un passo importante, un esempio da seguire. Secondo le stime finiscono negli oceani ogni anno 8 milioni di tonnellate di plastica e altre decine di milioni nelle discariche. L’immensa isola di plastica nel Pacifico settentrionale, formata da 1.8 trilioni di pezzi di plastica, ha raggiunto una dimensione pari a tre volte la Francia.

 

Tags

Articoli correlati