AmbienteEsteriVideo

VIDEO – Gli incendi in California sono sempre più gravi e frequenti: ecco perché

Caldo, siccità, venti secchi: dietro gli incendi in California ci sono i cambiamenti climatici

La California è probabilmente una delle zone che negli ultimi anni ha risentito maggiormente dei cambiamenti climatici, che stanno costringendo lo Stato americano ad affrontare gravissime emergenze sul fronte della siccità e degli incendi, aumentati in modo esponenziale negli ultimi anni. Dei dieci roghi più gravi e devastanti che hanno colpito la California dal 1932 a oggi, 9 si sono sviluppati solo negli ultimi 18 anni.

L’estate 2019 in California è stata particolarmente secca e calda e ha portato a condizioni perfette per lo sviluppo degli incendi. Negli ultimi giorni, poi, la situazione è stata resa ancora più pericolosa dall’estensione di una massa d’alta pressione e dal vento che tipicamente soffia sul sud della California nella stagione autunnale. È il vento caldo e secco di Santa Ana, che da terra attraversa i canyon e si dirige verso il mare contribuendo a rendere ancora più asciutto il terreno e ad alimentare i roghi che si sviluppano.

L’incendio più grave degli ultimi giorni è Saddleridge Fire, divampato vicino a Los Angeles: circa 100.000 persone sono state evacuate e le fiamme si sono estese su una superficie di oltre 30 km2, pari all’incirca alla metà della città di Pavia.

Leggi l’approfondimento completo su IconaClima

Tags

Articoli correlati