AmbientePrimo Piano

Greta Thunberg, un anno di attivismo per il clima

Dal suo primo sciopero per il clima, il 20 agosto 2018, agli scioperi globali per il clima

I cambiamenti climatici sono entrati finalmente al centro del dibattito politico nazionale e internazionale anche grazie a lei: Greta Thunberg. La giovane attivista svedese con la sua sfrontatezza ha ricordato a tutti, senza mezze parole, che se non si agisce oggi, non avremo un domani.

La sua lotta per richiamare l’attenzione sulla lotta al cambiamento climatico, è iniziata il 20 agosto 2018 con il primo sciopero del venerdì, così ha preso vita la sua lotta per il clima: con un cartello, appena fuori dal Parlamento svedese.

Questo anno di attivismo ha visto Greta Thunberg sedere di fianco a politici internazionali, rivolgersi a platee istituzionali e generare un movimento che ha assunto dimensioni globali: il Fridays for future.

La chiarezza e la determinazione di Greta, hanno senza ombra di dubbio, contribuito a sensibilizzare la popolazione mondiale, in modo particolare i giovani, sulle tematiche climatiche e ambientali e a pretendere di avere la possibilità di un futuro sostenibile anche per le generazioni future.

Redatto da Elisabetta Ruffolo

Tags

Articoli correlati