Ambiente

Affonda un ghiacciaio in Antartide, affoga un’intera colonia di Pinguini imperatore

Il terribile episodio è stato innescato da eventi meteo estremi e aggravato dal riscaldamento globale

Un’intera colonia di Pinguini imperatore è affogata in seguito alla fusione anticipata di un ghiacciaio sul quale era si era stabilita. L’episodio è avvenuto nel 2016 nel mare di Weddell, una vasta area dell’Oceano Atlantico a ridosso dell’Antartide. La terribile scoperta è stata fatta da alcuni ricercatori del British Antartic Survey (Bas), la ricerca poi pubblicata dalla rivista “Antarctic Science“.

Colpa di un grave “incidente” meteo che ha colpito la piattaforma di ghiaccio di Brunt. Forti venti, dovuti probabilmente al passaggio di una tempesta, hanno assottigliato in modo anomalo il ghiaccio che non ha retto. Insieme al ghiaccio sono finiti in mare migliaia di pinguini, troppo giovani per nuotare e sopravvivere. La colonia di Pinguini imperatore a Brunt era la seconda più grande del mondo con 25 mila esemplari, nei periodi migliori.

Il riscaldamento globale non aiuta. Il ghiaccio non si forma più, o a fatica, compromettendo ogni tentativo di reinsediamento nella zona di altri pinguini. Lo studio di varie immagini satellitari gli scienziati hanno infatti confermato che negli ultimi due anni il ghiaccio non si e’ riformato e non c’è alcun segnale di tentativi di reinsediamento di altri pinguini.

Tags

Articoli correlati