AmbienteCronacaPrimo Piano

Amazzonia in fiamme, pressing internazionale su Bolsonaro: «forse manderò l’esercito»

Molti esponenti politici hanno sottolineato la gravità della situazione offrendo aiuti al Brasile

Dopo lo scontro tra Macron e Bolsonaro sugli incendi che stanno devastando l’Amazzonia, molti nomi della politica si sono uniti al pressing sul presidente brasiliano. Anche Angela Merkel ha detto che quella dell’Amazonia è una situazione di emergenza di cui sarà opportuno discutere al G7 e il premier britannico Boris Johnson ha parlato di «una crisi internazionale» assicurando che Londra «è pronta a fornire tutto l’aiuto necessario per contrastare i roghi e per aiutare a proteggere una delle grandi meraviglie del pianeta».

L’Ue si è detta seriamente preoccupata e ha dato il suo appoggio alla «iniziativa del presidente francese Emmanuel Macron di discutere dell’emergenza al prossimo meeting del G7». Anche il presidente Usa Donald Trump ha parlato su Twitter dei terribili roghi in Amazzonia, dicendo di aver sentito Bolsonaro e che «se gli Usa possono aiutare il Brasile con gli incendi dell’Amazzonia, siamo pronti ad assisterli».

Il presidente Jair Bolsonaro, dopo aver negato categoricamente questa possibilità, ha detto che probabilmente il governo brasiliano ricorrerà alle forze armate per cercare di domare i devastanti incendi.

Tags

Articoli correlati