AmbienteMeteorologiaPrimo Piano

Allarme siccità al Nord: Fiume Po come in estate, in crisi anche i grandi laghi

L'analisi di Coldiretti: "l'andamento anomalo di quest’anno conferma i cambiamenti climatici in atto"

Sono allarmanti i dati pubblicati da Coldiretti: a preoccupare è la siccità sulle regioni del Nord Italia. Il fiume Po è su livelli praticamente estivi e il livello idrometrico dei laghi è ben al di sotto della media.

Il livello idrometrico del Fiume Po, al Ponte della Becca, è di -2,75 metri. “Il Po – sottolinea Coldiretti – ha raggiunto questo livello ad inizio agosto dell’anno scorso”. Si tratta, in effetti, di livelli che vengono raggiunti in estate. L’assenza di piogge significative e il caldo anomalo del mese di febbraio hanno aggravato il problema. Secondo Coldiretti il mese di febbraio è stato tra i più bollenti e siccitosi su gran parte d’Italia.

A risentirne sono anche i grandi laghi del Nord Italia. La percentuale di riempimento è preoccupatamene bassa per il Lago Maggiore (33%), Lago d’Iseo (15%) e Lago di Como (9%). L’altezza idrometrica del Lago Maggiore è di 14 cm, ben al di sotto dei 64 cm della media. Lo stesso dicasi dell’altezza idrometrica del Lago di Como, con -25,9 cm contro i 3,6 della media, e del Lago di Iseo, con -9,8 cm contro i 19,6.

La scarsità di acqua preoccupa l’agricoltura: le riserve idriche “sono necessarie per i prossimi mesi quando le colture ne avranno bisogno per crescere. L’andamento anomalo di quest’anno conferma purtroppo i cambiamenti climatici in atto che si manifestano – continua la Coldiretti – con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal maltempo alla siccità”.

Tags

Articoli correlati